L’INCREDIBILE STORIA CHE HA ISPIRATO RUNNER IN VISTA

Ron Hackett e Tim Scapillato si conoscono un giorno, per caso, tramite un post su Facebook.
Una richiesta insolita: Ron era alla ricerca di una persona che potesse fargli da guida per partecipare ad una maratona.
Sì, perché Ron Hackett è un uomo rimasto cieco all’età di 11 anni in seguito ad un incidente stradale, ma questo non ha fermato il suo amore per lo sport ed in particolare per la corsa e per il triathlon, che lo ha portato a partecipare anche alla maratona nel Deserto del Sahara.
Tim, come Ron, è un maratoneta, vedente, in cerca della prossima sfida.

E così Tim risponde al post, si conoscono, iniziano ad allenarsi insieme spalla a spalla, fino a raggiungere l’intesa e la sincronia fondamentali per compiere una maratona.
Dalla prima corsa sono diventati grandi amici ed hanno realizzato insieme oltre 10 maratone. E chissà quante altre ne faranno.

Dopo aver letto questa storia che parla di sport, coraggio e amicizia ci siamo detti: facciamolo!

E così è nato Running in vista, un progetto che vuole fare incontrare non vedenti e vedenti, attraverso un’attività che riesce ad unire persone sconosciute: camminare insieme.

“That’s what this experience is all about, giving other athletes like Ron the opportunity to accomplish something extraordinary and help them feel included in society through the act of participating on an equal footing”.

Tim Scapillato

L’INCREDIBILE STORIA CHE HA ISPIRATO RUNNER IN VISTA