MA I NON VEDENTI FANNO TREKKING?

L’inverno è ormai arrivato e noi di Runner in Vista anche in questa stagione non rinunciamo alla corsa. A volte però amiamo prenderci una pausa dal rumore delle strade e saliamo di quota per godere del silenzio della montagna: in queste occasioni ci teniamo in allenamento facendo trekking!
Questa è un’attività sportiva tanto affascinante quanto faticosa.
Finire un percorso in montagna può essere difficile per una persona normodotata, la domanda quindi sorge spontanea: un non vedente può fare trekking?
La risposta viene altrettanto spontanea: SI!
Deve, però, prendere alcune misure aggiuntive.
Durante le nostre corse abbiamo imparato cosa significa essere una guida e correre fianco fianco di una persona.
In montagna accade la stessa cosa: nei sentieri più larghi si può camminare vicini prendendo come riferimento il braccio o lo zaino del compagno; quando il percorso diventa più stretto, invece, ci si appoggia allo zaino di chi è davanti. Fondamentale è il sostegno della guida che deve essere attenta a comunicare tutti i possibili ostacoli: buche, sassi, rami, anche la cosa più banale per una persona cieca può diventare pericolosa!
Come per ogni disciplina sportiva, l’importante è fare attenzione e avere spirito di condivisione.

Non ci resta che augurarvi “buona camminata!”.

Mandateci le foto dei sentieri di montagna che percorrete, le pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook!


IN ALLENAMENTO CON LA ZUCCA!

Protagonista dell’autunno è la zucca.
Oltre ad essere buonissima, lo sapete che è anche ricca di sostanze nutritive e può dare un enorme contributo al nostro allenamento?

Ecco perché:

  • aiuta a mantenere in buona salute gli occhi;
  • contiene molto potassio, è perfetta quindi contro i crampi muscolati post-allenamento;
  • è ricca anche di manganese e di zinco. Il manganese aiuta a mantenere in forma le articolazioni e agisce come antiossidante, mentre lo zinco aiuta il sistema immunitario a combattere le infezioni;
  • i semi di zucca sono ricchi di magnesio e aiutano a calmare i dolori muscolari e a sintetizzare l’ATP, la molecola che fornisce l’energia necessaria per quasi tutte le forme di lavoro del nostro corpo;
  • sempre i semi, sono molto più proteici rispetto ad altra frutta secca come mandorle e noci: perfetti da mangiare prima di una gara lunga o un allenamento impegnativo!

Questa è la stagione ideale per sbizzarrirsi in mille ricette a tema zucca, o per sgranocchiare qualche seme durante la giornata!


PER CORRERE ANCHE AL BUIO, AL MEGLIO

Nei nostri articoli abbiamo parlato spesso della possibilità di correre al buio. Ma cosa accade esattamente al nostro corpo quando escludiamo la possibilità di affidarci alla vista?

La propriocezione è l’abilità del corpo di trasmettere il senso della posizione indipendentemente dalla vista, analizzare l’informazione e reagire allo stimolo con un movimento appropriato.

I recettori coinvolti sono i fusi neuromuscolari, i recettori cutanei e delle capsule articolari e gli organi del Golgi. E’ l’insieme di questi recettori ad inviare ai centri nervosi tutte le informazioni sullo stato di tensione di muscoli, legamenti e capsule articolari per effettuare movimenti coordinati e meno faticosi. Ed è il sistema che ne deriva a regolare la postura. Un sistema di fondamentale importanza da cui dipende anche la prestazione di qualsiasi runner o sportivo, vedente e non, e che sarebbe sempre bene mantenere in allenamento in modo da aumentare la padronanza del proprio corpo e prevenire futuri traumi.

Numerosi sono sia gli attrezzi che gli esercizi per la ginnastica propriocettiva, come ad esempio le tavolette Freeman e Bosu, ma anche più semplicemente esercizi di facile portata per tutti, come la discesa laterale da un gradino su superficie instabile a occhi chiusi con mani incrociate al petto e gli affondi frontali con l’arto anteriore su un cuscino ad occhi chiusi. Per meglio percepire gli stimoli che ci arrivano dall’ambiente esterno, diventandone consapevoli.

Per i runner professionisti bisogna poi curare particolarmente la “Core Stability“, cioè la presenza dei muscoli addominali e paravertebrali necessari a controllare il movimento della corsa. Gli esercizi di tecnica di corsa più importanti sono: skip con diversa ampiezza e velocità; esercizi di calciata per migliorare la spinta dei piedi; esercizi di doppio impulso; saltelli su una o entrambe le gambe. In pratica per correre al meglio evitando traumi e pause dall’allenamento bisogna integrare la preparazione agonistica con esercizi di Core Stability, di Propriocettività e di Tecnica di corsa.


Integratori: cosa sono e come usarli?

Gli integratori sono prodotti di origine alimentare utilizzati dagli sportivi, ma non solo, per supplementare l’alimentazione in alcune circostanze, utilizzando nutrienti presenti naturalmente nel cibo, ma in forma concentrata e selezionata.
Hanno la sola funzione di ottimizzare le proprie prestazioni e non potenziarla: in quest’ultimo caso, infatti, si parla di doping.

Come scegliere l’integratore più adatto al nostro corpo?
La scelta dipende dalla nostra alimentazione, dal tipo di allenamento, ma anche da quale obiettivo vogliamo raggiungere, facendo anche riferimento a un medico o a un nutrizionista.

In particolare:

  • per coprire il fabbisogno energetico occorrono principalmente i carboidrati;
  • per la sintesi muscolare occorrono proteine e aminoacidi;
  • per il recupero delle riserve idrosaline acqua e sali minerali;
  • per il recupero dello stress ossidativo e della produzione di radicali liberi occorrono i polifenoli;
  • per il controllo dello stato infiammatorio gli acidi grassi polinsaturi.

Importante, lo ricordiamo, in ogni tipo di allenamento, è l’assunzione di liquidi e sali minerali.

E voi? Fate uso di integratori? Se sì, in quale fase dell’allenamento?


IL PREMIO BRAILLE 2017

E’ giunto alla sua ventiduesima edizione il Premio Louis Braille, uno degli avvenimenti più importanti per l’UICI. Quest’anno il riconoscimento è stato conferito mercoledì 20 settembre, al Teatro Brancaccio di Roma, a Fulvio Giardina, presidente del CNOP (Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi) e a Gioia Ghezzi, presidente di FSI (Ferrovie dello Stato Italiane).

Il premio, intitolato all’inventore del prezioso sistema di scrittura e lettura per non vedenti, ancora oggi più che mai attuale, viene assegnato dall’UICI a persone e istituzioni che si siano distinte per la capacità di aumentare l’inclusione sociale e culturale dei ciechi e degli ipovedenti e di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita, lavoro e studio.

Il Dott. Fulvio Giardina, si è distinto per aver consentito, grazie alla professionalità e all’esperienza dei propri iscritti, la realizzazione di progetti di sostegno psicologico rivolti alle persone cieche ed ipovedenti ed alle loro famiglie.

La Dr.ssa Gioia Ghezzi, Presidente Ferrovie dello Stato Italiane, per l’attenzione dimostrata dalle strutture del Gruppo FS verso le persone con disabilità visive e, in particolare, per la quotidiana attività di assistenza svolta con sensibilità nelle stazioni dal personale delle Sale Blu di RFI e, a bordo dei treni, dal personale di Trenitalia.

 


SI RIPARTE

Le vacanze sono ormai terminate un po’ per tutti e settembre è il mese della ripresa. Magari siete runner instancabili, avete sfidato il caldo e la pigrizia e non avete mai ceduto alla tentazione di allentare la tensione dei vostri allenamenti durante tutta l’estate: bravi, continuate così, voi non avete bisogno di consigli. Se invece negli ultimi mesi avete lasciato che la polvere si accumulasse sulle vostre scarpe da corsa, non perdetevi d’animo: è il momento giusto per ricominciare.

Sia che corriate solo per il gusto di farlo che corriate per raggiungere un obiettivo sportivo specifico, alcuni suggerimenti potrebbero esservi utili per ripartire alla grande.

  • lasciate che sia la testa a guidare i piedi: non lasciatevi scoraggiare dalla forma fisica in calo e non lasciatevi paralizzare dal senso di colpa. Un po’ di pigrizia estiva è legittima: adesso però alzatevi.
  • riprendete con calma e senza esagerare, magari alternando corsa e camminata veloce: il vostro corpo vi ringrazierà e vi ripagherà ricordando in fretta gli obiettivi che avevate già raggiunto.
  • fate qualche esercizio per i muscoli di schiena, braccia e addominali nei giorni in cui non correte.
  • dedicate qualche minuto allo stretching prima e dopo l’allenamento.
  • non dimenticate l’importanza di un’alimentazione sana e corretta che comprenda molta frutta e verdura e moltissima acqua.

Tutto il resto lo sapete già: la strada vi aspetta!


RUNNER IN VISTA ALLA 74° MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Runner in vista non è solo corsa: è anche arte e condivisione.

Durante questi ultimi mesi abbiamo realizzato “Ad un passo dall’orizzonte”, un film documentario con protagonista Asia, bambina ipovedente di 11 anni che alcuni di voi hanno conosciuto in occasione della tappa di Firenze.

Martedì 5 settembre il nostro documentario sarà presentato ufficialmente durante la 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, la più importante vetrina per il cinema: un’occasione unica per diffondere i valori di Runner in Vista.

Prossimamente il documentario sarà disponibile anche sul nostro canale Youtube.

Non vediamo l’ora di condividerlo con voi!


PILLOLE DI CORSA

Se siete ancora in modalità offline, più orizzontali che verticali. Se avete voglia di leggerezza prima di tornare alle cose serie, ma alla fine la corsa è sempre nei vostri pensieri, ecco alcune curiosità senza troppe pretese:

  • la corsa viene praticata più o meno abitualmente da ben 6 milioni di persone in Italia, di cui il 55% sono uomini e il 45% donne;
  • solo nel piede ci sono ventisei ossa, trentatrè articolazioni, centododici legamenti e una miriade di tendini, nervi e vasi sanguigni. E quando corriamo lavorano tutti insieme più o meno contemporaneamente;
  • nella finale dei 100 metri dei mondiali di Berlino 2009 Usain Bolt ha raggiunto i 44,17 km/h. Ancora nessuno meglio di lui;
  • correre non solo fa bene a cuore e colesterolo, ma agisce anche come uno stupefacente. Si chiama runner’s high (sballo del corridore) ed è la sensazione di euforia che molti atleti riscontrano durante un’attività sportiva prolungata, come risultato del rilascio di endorfine da parte dell’ipofisi;
  • correre migliora la qualità del sonno, favorisce memoria e concentrazione.

Correre potrebbe quindi renderci anche più intelligenti, ma sicuramente più felici!


RUNNER IN SUMMER

Runner in Vista si è concluso nel migliore dei modi: centinaia le persone coinvolte che hanno corso insieme a noi, undici le città che abbiamo toccato con le nostre scarpe.

Ma il nostro entusiasmo non si spegne, abbiamo ancora voglia di correre insieme!
Per questo non vogliamo interrompere il tour.
Come?
Portando il nostro progetto in vacanza!
Insieme a crema solare e costume, metti in valigia anche la maglietta di Runner in Vista, scatta e mandaci la foto della tua vacanza da runner, la pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook.

Il tour continua, grazie a te!


RUNNER IN VISTA: 14 MILIONI DI PASSI FATTI INSIEME

Siamo partiti il 6 maggio da Roma, e dopo oltre 12.000 chilometri siamo arrivati a Gravellona Toce, l’1 luglio, passando da città bellissime, insieme a stupende persone conosciute tappa dopo tappa, passo dopo passo.

In questi ultimi mesi abbiamo corso, camminato, riso e, insieme, ci siamo anche emozionati.
Quando l’idea di Runner in Vista ha iniziato a girarci per la testa, non pensavamo di arrivare a tanto: noi avevamo solo voglia di correre e condividere un’esperienza, ma voi ci avete dato molto di più. Ogni volta che leggevamo i messaggi su Facebook capivamo che grazie a voi stavamo raggiungendo un grande risultato, e così è stato.
Siete stati oltre 2000 runner a sostenere il nostro progetto, per un totale di più di 10.000 euro raccolti che sono stati interamente devoluti all’UICI. Più di 600 persone tra volontari e amici hanno permesso che ad ogni tappa tutto potesse andare nel modo migliore, garantendo sicurezza, organizzazione e anche divertimento.

Tutto questo fa emozionare, perché vedere un progetto nobile e innovativo come Runner in Vista coinvolgere così tante persone in tutta Italia, arrivare persino in Vaticano a consegnare il pacco gara direttamente nelle mani del Santo Padre, ascoltare storie di vite incredibili che regalano ancora più forza, è una soddisfazione immensa, e non può fare altro che aumentare la nostra voglia di correre!

Il nostro tour si è concluso, ma tutti noi continueremo ad impegnarci affinché anche chi non vede possa vedere quanta energia riescono a creare migliaia di persone unite da un solo laccetto.

Ringraziamo lo staff della società Savills Larry Smith Italia e in particolar modo le Direzioni dei Centri che, come dei veri runner, hanno corso insieme a noi questa splendida “maratona” della solidarietà credendo fin dall’inizio in questa idea, finanziandola interamente.

Un ringraziamento speciale va a tutti voi che ci avete sostenuto e che avete partecipato, ed in particolare grazie a:

Amatori Pomezia

Area Comunicazione SPES

Asd Acido Lattico

ASD Gravellona VCO

ASD Podistica Pomezia

ASD Poligolfo

ASD Pomezia

ASD Viterbo Runners

Associazione Carabinieri Teramo

Associazione Carabinieri Vimercate

Associazione Thyrrenum

Atletica Campi

Atletica Signa

AVPS Vimercate

Banco di Sardegna

Birra 32

C.S.O di Scandicci

Carabinieri in congedo – Sezione di Teramo

Carabinieri in congedo Vimercate

Centro Commerciale Continente Mapello

Centro Commerciale Gran Sasso

Centro Commerciale I Gigli

Centro Commerciale I Granai

Centro Commerciale Itaca

Centro Commerciale Le Isole

Centro Commerciale Roma Est

Centro Commerciale Sedici Pini

Centro Commerciale Tanit

Centro Commerciale Torri Bianche

Centro Commerciale Tuscia

CIP

Cirio

CISOM Sassari

Cives – Protezione Civile Teramo

Clinica oculistica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi

Comitato Regionale Toscano dell’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità

Comune di Brembate di Sopra

Comune di Campi Bisenzio

Comune di Formia

Comune di Gravellona Toce

Comune di Mapello

Comune di Pomezia

Comune di Sassari

Comune di Teramo

Comune di Vimercate

Comune di Viterbo

CONI

CRI Teramo

CRI Viterbo

Croce Rossa Italiana – Comitato di Teramo

Croce Rossa Italiana – Comitato di Viterbo

Da Ran ClabDecathlon Sassari

Forhans Team

G Club Torribianche

GCube

Goji Clownterapia Viterbo1

GP Teramo

Gruppo Podisti ARCI Mapello

Gruppo Podistico Caprino

Guardia Nazionale Sardegna

Guardia Nazionale Sassari

Hdrà

Image Sporting Club

Ipercoop Mapello

Larus

Mai Tai

Mamme di Pomezia

Maratona di Roma

MPS Sassari e Olbia

Msp Sassari

Orto Botanico Angelo Rambelli

Podistica Pomezia

Polizia Municipale di Sassari.

Polizia Municipale di Teramo

Polizia Municipale di Viterbo

Pro Loco Pomezia

ProLoco Roma

Protezione Civile CIVES

Protezione Civile Formia

Protezione Civile Viterbo

Santal

Scuola Sarda del Cammino

Sport Specialist

ToBe

Torrisport

Trend In Motion

Tuscia Events

Tuscia Viterbo Protezione Civile,

Tutti i volontari

UICI

UICI Monza

UICI Novara

UICI Teramo

UICI Viterbo

UISP

Università degli Studi della Tuscia – Facoltà di Agraria

Valeas Club

Viterbo Con Amore

Volontari Emergenza Radio Sud Pontino