I RUNNER E GLI OCCHIALI DA SOLE

L’estate è finalmente arrivata e, con lei, arriva il momento di scegliere un accessorio estivo fondamentale per noi runner: gli occhiali da sole.

Per chi pratica jogging è sufficiente un paio di occhiali da sole tradizionali, ma per chi invece pratica running o trail running è consigliato scegliere occhiali tecnici.
In commercio ci sono modelli per tutti i gusti, costi ed esigenze, ma è sempre meglio sceglierne un paio con alcune di queste caratteristiche che, vi assicuriamo, si riveleranno indispensabili durante gli allenamenti e le corse estive.

Ormai la maggior parte degli occhiali da sole pensati per gli sportivi, oltre a proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti, sono realizzati con una forma tale da proteggere anche da moscerini, da vento e polvere, e dagli sbalzi tra zone d’ombra e di luce.
La montatura è preferibile sceglierla leggera, con il giusto grip per evitare scivolamenti causati dalla sudorazione e dalle oscillazioni e le lenti devono essere resistenti, antigraffio e anti-abrasione.
Alcuni occhiali hanno inoltre lenti fotocromatiche, in grado di schiarirsi o scurirsi in base all’intensità della luce, altri hanno lenti antiappannanti, molto utili perché con una montatura che permette all’aria di circolare.

In base alle tue abitudini da runner potrai sicuramente trovare l’occhiale giusto per te, ma è importante acquistarne un paio specifico per la corsa. Quelli per andare in bicicletta, per esempio, possono sembrare simili, ma ti accorgerai dopo pochi chilometri di allenamento che non hanno il giusto attrito richiesto per resistere alle oscillazioni verticali della corsa.

Ci vediamo domani, con l’occhiale giusto, in partenza dal Centro Commerciale Continente Mapello di Bergamo!


MUSICA SÌ O MUSICA NO?

C’è chi, mentre corre, ascolta musica dal primo all’ultimo passo e chi invece ascolta solo il rumore dei propri passi o il battito del cuore.
In molte gare è vietato ascoltare musica per evitare distrazioni, ma anche per evitare possibili alterazioni sulle prestazioni. Alcune ricerche hanno infatti dimostrato che chi ascolta la musica percepisce meno la fatica e lo sforzo fisico, contribuendo a rendere l’allenamento un’esperienza piacevole. In più, quando si ascolta la musica correndo, il battito cardiaco si armonizza con quello della melodia.
In generale, comunque, la musica non farà correre più forte, ma aiuterà psicologicamente a stare bene, anche nei momenti in cui il corpo viene messo a dura prova.

D’altra parte, però, è anche vero che le cuffie alle orecchie potrebbero diminuire la concentrazione sulla prestazione, distraendo: molti runner professionisti evitano categoricamente la musica per dare il massimo e mettere tutta la propria attenzione in un’unica attività.
Ad alcuni, poi, i dispositivi e i cavi delle cuffie possono dare fastidio durante la corsa!

E voi, che ne pensate?
Durante la corsa, musica sì o musica no?